Blog

5 cose da mangiare a Napoli

Sei arrivato a Napoli per una vacanza e non sai scegliere cosa assaggiare tra tutte le delizie tipiche della cucina napoletana? Questa è una semplice e breve guida alle cinque cose che devi assolutamente provare quando sarai a Napoli. La lista potrebbe continuare e si potrebbero aggiungere altre tantissime specialità, ma preferiamo essere sintetici qualora restassi a Napoli solo per poco tempo. In fondo, potrai sempre tornarci…

Pizza Napoletana
Prima della classifica: la pizza napoletana è sicuramente il primo piatto da assaggiare a Napoli. La tradizione vuole che la Margherita siala migliore, seguita dal Calzone napoletano, tipica pizza riempita di ricotta, salame, pepe e formaggi. Oltre alla pizza al piatto, da magiare in pizzeria o al ristorante, potrai gustare la pizza fritta, semplice o farcita, tipica prelibatezza dello street food partenopeo, servita appena scolata dall’olio e avvolta dalla carta paglia, da mangiare passeggiando per le vie del centro di Napoli.

Casatiello
Un altro cibo da mangiare assolutamente quando sarai a Napoli è il casatiello napoletano. Si tratta di una torta salata dall’impasto simile a quello del pane, ripiena di salumi, formaggi, uova sode e cigoli (o ciccioli) di maiale. È un rustico tipicamente pasquale ma è davvero imperdibile e potrai assaggiarlo in qualsiasi periodo dell’anno.

Fagioli e cozze
Altro fiore all’occhiello della tradizione culinaria napoletana sono senza dubbio i fagioli con le cozze, una pietanza speciale che racchiude i sapori del mare e della terra. In realtà i fagioli con le cozze nascono come un piatto povero, ma adesso sono tra i cibi più apprezzati e richiesti in tutti i ristoranti di Napoli. Non a caso, sono anche una delle specialità del ristorante La Falena del Grand Hotel Europa.

Sfogliatella
La sfogliatella è uno dei dolci più rappresentativi della cucina di Napoli. Potrai scegliere tra due varianti, la riccia, preparata con pasta sfoglia e quindi più croccante e fragrante, oppure la frolla, preparata con la pasta frolla e quindi più morbida e friabile. Nel loro impasto, profumato dagli aromi degli agrumi tipici del territorio, viene aggiunto un ripieno cremoso a base di ricotta e semolino. Troverai le sfogliatelle in qualsiasi bar di Napoli, dove potrai gustarle vicino a una fumante tazza di caffè.

Babà
Un altro dei dolci più golosi della tradizione partenopea. Il babà ha un inconfondibile forma a fungo e un impasto sofficissimo intriso di rum. Sembra però che il babà sia stato inventato in Polonia, dallo zar Stanislas Leczynski che, essendo un lettore appassionato de “Le mille e una notte”, lo chiamò Alì Babà , come un famoso personaggio di questi racconti. Dalla corte dello zar, il babà venne esportato poi in Francia, a Parigi e poi a Napoli, dove divenne un vero e proprio simbolo della cucina napoletana.

05/06/2018 News , , , , , ,
Riguardo tagitadv